Close this notice
logo bridge
ATTENZIONE!
I contenuti di questo sito non sono più aggiornati!
Per trovare le informazioni che cerchi ed essere aggiornato sulle nostre iniziative ti consigliamo di visitare il sito www.bridgepartners.it
 



Materiali

Migliorare il servizio
alla clientela


Nuove tecnologie

Customer Satisfaction
 e servizi on-line

Fare promozione
attraverso
Internet

Princìpi
del Marketing
nell'era della Rete

Multicanalità e
strumenti di vendita

Le competenze per vendere
nell'era digitale

La nuova frontiera
del sito Web

Tecniche di comunicazione digitale

Vendere in tempi di crisi

Integrare vecchi e nuovi strumenti di Marketing


Strategie per la visibilità


Monitorare la concorrenza sulla Rete

Come rendere più fedeli i Clienti con il CRM

Nuovi strumenti del Marketing Relazionale

Reagire alla crisi di mercato

La gestione commerciale nelle imprese italiane

Cosa è il Marketing Relazionale

E-learning fattore di competitività

Il nuovo Marketing business to business


Come rendere più
efficace il sito Web



Internet come strumento di Promozione

Tendenze nel Marketing tra imprese

Il Piano Commerciale

Creare un valore aggiunto per il Cliente

Aumentare l'efficacia dell'azione commerciale

Gestione Commerciale e Marketing nella piccola impresa

Il valore aggiunto della newsletter digitale

Customer Satisfaction e Vision 2000

Vendere o Negoziare?

Il Piano commerciale(seconda parte)

Il Valore della Negoziazione

Come rilevare la Customer Satisfaction

Il Piano commerciale (terza parte)

Marketing Relazionale in Italia

Customer Satisfaction: perchè rilevarla?

Come raccogliere informazioni (I parte)

Il Valore della Negoziazione
(II parte)

Fattori di successo nei mercati Internazionali
(I parte)

Fattori di successo nei mercati Internazionali
(II parte)

Come raccogliere informazioni
(II parte)

Cosa è il CRM
(I parte)

L'analisi SWO

Fattori di successo nei mercati internazionali (III parte)

Fidelizzare il cliente: la Newsletter

Come gestire il cliente: i vantaggi del CRM (II parte)

Il Modello delle 3 C

Direct Marketing e Web/Digital Marketing a confronto

Perchè è importante investire nell'identità di marcaca?

Il Blog: opinioni e statistiche

La Matrice Mc Kinsey

Ma il tuo cliente è soddisfatto?

La rete è un potente strumento di Marketing: sfruttiamolo al meglio

Sviluppare nuovi prodotti e servizi: istruzioni per l'uso

Suggerimenti pratici per acquisire nuovi clienti

Aprire i mercati esteri: il caso Konsul

Operazione Customer Satisfaction

Il Business Plan: ecco lo strumento ideale per pianificare le strategie aziendali

Sette consigli per una negoziazione più efficace

Lavorare in squadra: quando il team fa la differenza

Il Business plan: ecco lo strumento ideale per pianificare le strategie aziendali (II parte)

Le attività di PR: un elemento della comunicazione integrata d'impresa

Si può davvero imparare a negoziare?

Il ciclo di vita del prodotto (PLC)

Perchè scegliere una politica di segmentazione del mercato?

Come posizionare un prodotto sul mercato?

La gestione di dati e informazioni come fattore competitivo: il caso Laser

Che differenza fa un buon negoziatore?

Le strategie competitive di Porter

Una strategia vincente: il direct marketing

La metodologia del Project Management

Trade marketing e Category management

La Matrice di Ansoff: uno strumento classico del Marketing Management

Identikit del Project Manager

Facciamo chiarezza sulla promozione delle vendite

Dalla strategia corporate alla strategia di marketing

Politiche di canale: strategia push o pull?

Aspetti strategici e organizzativi del trade marketing

La matrice General Electric

Il modello delle "CINQUE FORZE"

E' tempo di studiare

Le decisioni di gestione strategica

Come si struttura il piano di marketing?

Il modello Ashridge

11 motivi per pensare alla pianificazione strategic

L'arte di saper venderea

Una strenna di Natale per i lettori di "Marketing Digitale"

Creare valore: i nuovi strumenti del Marketing Interpersonale

Strategie di posizionamento del prodotto

Come competere con una strategia di differenziazione?

Un modello di marketing relazionale

Ascolto e customer satisfaction

Le strategie complessive

Le principali decisioni di marketing: clienti/offerta

Il Marketing Virale

Stickering - campagne di marketing a tutto brand

Le strategie complessive (II parte)

Guerriglia Marketing - caso IKEA

Controllo delle attività di marketing

Guerriglia marketing: case history (II parte)

Perchè pianificare il marketing?

A cosa serve il White Paper?

Come capire quando la rete interna di informazioni funziona a dovere

Come realizzare un'indagine di customer satisfaction?

Come strutturare e gestire un focus group


Come prevenire una crisi dal punto di vista comunicativo

Strutture organizzative orientate al cliente

Il brainstorming per individuare soluzioni creative

L'intervista come strumento di rilevazione dati

A che cosa serve il budgeting?

Il posto del marketing nell'organizzazione dell'impres

Il ciclo di vita di un progettoa

IDownload: Glossario di Marketing


Richiedi
la Newsletter



Come rendere più efficace il sito Web aziendale:
alcuni suggerimenti pratici

La rete Internet sta assumendo un ruolo sempre più importante in campo professionale, quale strumento di informazione e aggiornamento.

Nei settori Business to Business è in crescita la domanda di servizi on line da parte degli utenti professionali, che richiedono alle aziende fornitrici un supporto sempre più completo anche attraverso il mezzo digitale.

Il sito Internet aziendale è il luogo più idoneo per concentrare servizi e informazioni rivolte ai propri Clienti.

Purtroppo molte aziende, impegnate su altri fronti commerciali, tendono a “dimenticarsi” dell’esistenza del proprio sito che, pertanto spesso mostra segni evidenti di trascuratezza e abbandono. Ciò non giova certamente all’immagine di innovazione e dinamismo che le imprese desiderano generalmente assumere agli occhi della propria clientela.

In questo articolo desideriamo proporre alcuni suggerimenti per osservare con occhio critico il proprio sito aziendale, individuando le eventuali modifiche che potrebbero renderlo più efficace.

Primo punto: arricchire di contenuti il sito

L’azienda che desideri migliorare l’immagine del proprio sito web, potrà ottenere dei buoni risultati con un lavoro di revisione ed ampliamento dei contenuti.

E’ importante che il lavoro di sviluppo del sito venga condotto con una certa frequenza, per dare un’impressione di aggiornamento ai visitatori, invogliandoli perciò a ritornare per verificare le novità.

Anche un sito di sola presentazione può essere reso interessante offrendo agli utenti, una serie di servizi utili:

documentazione commerciale: il catalogo elettronico è ormai una realtà alla portata di tutte le imprese. Sono disponibili soluzioni che permettono all’azienda di effettuare via Internet ed in tempo reale eventuali variazioni e integrazioni alle voci del catalogo nel proprio Sito. In questo modo è possibile fornire, anche a clienti distanti, un’informazione sempre aggiornata sui prodotti, risparmiando in modo significativo sui costi di stampa e spedizione di un catalogo tradizionale;

documentazione tecnica: il sito può diventare gradualmente una “libreria” di documenti a disposizione di clienti e utenti per migliorare le conoscenze tecniche necessarie per l’applicazione dei prodotti. Si tratta di un lavoro di pubblicazione che può essere intrapreso in base ad un programma che preveda la trasposizione periodica nel sito di documenti cartacei già esistenti da trasformare in formato digitale;

nuovi prodotti e offerte: all’interno del sito si può riservare un’area per la presentazione delle novità e delle offerte, da aggiornare periodicamente;

area “download”: è utile per gli utenti poter accedere ad una sezione riservata ai downloads, vale a dire alla possibilità di scaricare sul proprio computer documentazione in formato digitale (cataloghi, opuscoli, listini, schede tecniche, istruzioni per l’installazione, ecc.);

area news: il sito può diventare uno strumento per aggiornare costantemente gli utenti non soltanto sulle novità tecniche, ma anche sulle notizie riguardanti la vita aziendale;

area e-mail: per un utilizzatore professionale, può risultare utile conoscere il nome e l’indirizzo di e-mail delle persone alle quali fare riferimento in azienda;

area FAQ: (iniziali di Frequently asked questions, traducibile in “le domande più frequenti”) è una sezione che contiene le risposte standard a domande fatte frequentemente dai Clienti. Si trova spesso su siti Web e permette di fornire una prima risposta ai quesiti più importanti;

mappa del sito: un’idea adottata da molte aziende prevede di dedicare una sezione del sito alla presentazione della “mappa” del sito stesso. In questo modo, anche i navigatori meno esperti possono ritrovare la…rotta, avendo rappresentata in una pagina l’intera architettura del sito;

organizzazione commerciale: una sezione nella quale riportare, per area geografica, nominativi e indirizzi di agenti, concessionari o distributori nel territorio, al fine di favorire il contatto con ii clienti interessati;

come raggiungerci: inserire una mappa geografica con le indicazioni stradali per raggiungere l’azienda è un servizio di grande utilità.

Secondo punto: attenti allo stile!

Anche la forma è importante. Per rendere più efficace un sito Web occorre applicare le regole di scrittura del mondo digitale, che premiano la sintesi e la facilità di lettura.

Le persone non leggono parola per parola i testi delle pagine Web, ma tendono ad effettuare una scansione rapida per trovare le informazioni delle quali necessitano. Ecco pertanto alcuni suggerimenti pratici:

  • i testi devono agevolare la scansione veloce, con elenchi puntanti , parole evidenziate, titoli e sottotitoli consistenti e brevi sezioni descrittive;
  • è preferibile adottare una scrittura a livelli successivi, iniziando con la sintesi dei concetti e lasciando che sia il visitatore e selezionare i temi sui quali ottenere maggiori approfondimenti;
  • rendere i testi sintetici e scorrevoli;
    evitare di aggiungere spazi bianchi non necessari perché rendono più difficile la scansione dei testi;
  • non aspettarsi che i visitatori siano disponibili a leggere testi lunghi: dare la possibilità di stampare la pagina o di scaricarla sul proprio PC.

Terzo punto: facilitare la navigazione

Il compito di chi progetta la struttura di un Sito efficace è aiutare gli utenti a trovare la strada verso le informazioni che stanno cercando.

Ciò significa principalmente:

  • mostrare agli utilizzatori dove si trovano e dove possono andare
  • utilizzare una struttura delle pagine che sia coerente nelle varie sezioni
  • utilizzare un numero di collegamenti (link) appropriato e con testi esplicativi che permettano facilmente di comprenderne la destinazione;
  • minimizzare il numero di click necessari per raggiungere le informazioni: in genere non più di tre click per accedere alle informazioni utili;
  • utilizzare una risoluzione per le pagine che non renda necessario uno scorrimento eccessivo, sia orizzontale che verticale, anche per chi utilizza una bassa risoluzione dello schermo;
  • assicurarsi che bottoni e barre di navigazione o collegamenti importanti non siano collocati in posti poco visibili o che possano rimanere tagliati fuori dallo schermo;
  • fare in modo che da ciascuna pagina siano accessibili collegamenti alle sezioni del contenuto, alla mappa del sito e alla home page;
  • in siti estesi, inserire un motore di ricerca di facile utilizzo;
  • includere bottoni di navigazione sia in alto che in basso nelle pagine;
    utilizzare URL (indirizzi) che abbiano senso e significato e che aiutino le persone a ricordarli facilmente e a trascriverli senza errori;
  • le URL riportate a fondo pagina nei testi stampati devono essere brevi e semplici da digitare;
  • utilizzare dei titoli di pagina che rendano significativi i “preferiti”;
  • evitare vicoli ciechi: pianificare ogni pagina come se potesse essere la prima pagina raggiungibile dagli utilizzatori di un motore di ricerca.

Quarto punto: gestire il sito!

Una volta pubblicato, il sito non deve essere lasciato fermo, ma deve esser costantemente rinnovato nei contenuti e mantenuto vivo.

Gestire il sito significa:

  • aggiornare continuamente le informazioni su Azienda, prodotti e servizi;
  • riesaminare costantemente le esigenze dei Clienti;
  • assicurarsi che il sito continui a rispondere alle attese dei visitatori;
  • rivedere la struttura del sito nella sua evoluzione;
  • controllare errori nella visualizzazione delle pagine o nei collegamenti;
  • confrontare il sito con altri in funzione dell’evoluzione delle tecnologie dei browser e dei Web.

Per rendere più efficace il sito Web aziendale occorre pertanto iniziare a considerarlo un vero e proprio strumento di lavoro, al quale dedicare tempo e risorse alla pari di altri servizi aziendali.

Le imprese che desiderano presentare ai propri Clienti un’immagine dinamica e innovativa non potranno trascurare questo elemento della comunicazione aziendale.

 

Copyright (c) 2002-2003. Tutti i diritti riservati