Close this notice
logo bridge
ATTENZIONE!
I contenuti di questo sito non sono più aggiornati!
Per trovare le informazioni che cerchi ed essere aggiornato sulle nostre iniziative ti consigliamo di visitare il sito www.bridgepartners.it
 



Materiali

Migliorare il servizio
alla clientela


Nuove tecnologie

Customer Satisfaction
 e servizi on-line

Fare promozione
attraverso
Internet

Princìpi
del Marketing
nell'era della Rete

Multicanalità e
strumenti di vendita

Le competenze per vendere
nell'era digitale

La nuova frontiera
del sito Web

Tecniche di comunicazione digitale

Vendere in tempi di crisi

Integrare vecchi e nuovi strumenti di Marketing


Strategie per la visibilità


Monitorare la concorrenza sulla Rete

Come rendere più fedeli i Clienti con il CRM

Nuovi strumenti del Marketing Relazionale

Reagire alla crisi di mercato

La gestione commerciale nelle imprese italiane

Cosa è il Marketing Relazionale

E-learning fattore di competitività

Il nuovo Marketing business to business


Come rendere più
efficace il sito Web



Internet come strumento di Promozione

Tendenze nel Marketing tra imprese

Il Piano Commerciale

Creare un valore aggiunto per il Cliente

Aumentare l'efficacia dell'azione commerciale

Gestione Commerciale e Marketing nella piccola impresa

Il valore aggiunto della newsletter digitale

Customer Satisfaction e Vision 2000

Vendere o Negoziare?

Il Piano commerciale(seconda parte)

Il Valore della Negoziazione

Come rilevare la Customer Satisfaction

Il Piano commerciale (terza parte)

Marketing Relazionale in Italia

Customer Satisfaction: perchè rilevarla?

Come raccogliere informazioni (I parte)

Il Valore della Negoziazione
(II parte)

Fattori di successo nei mercati Internazionali
(I parte)

Fattori di successo nei mercati Internazionali
(II parte)

Come raccogliere informazioni
(II parte)

Cosa è il CRM
(I parte)

L'analisi SWO

Fattori di successo nei mercati internazionali (III parte)

Fidelizzare il cliente: la Newsletter

Come gestire il cliente: i vantaggi del CRM (II parte)

Il Modello delle 3 C

Direct Marketing e Web/Digital Marketing a confronto

Perchè è importante investire nell'identità di marcaca?

Il Blog: opinioni e statistiche

La Matrice Mc Kinsey

Ma il tuo cliente è soddisfatto?

La rete è un potente strumento di Marketing: sfruttiamolo al meglio

Sviluppare nuovi prodotti e servizi: istruzioni per l'uso

Suggerimenti pratici per acquisire nuovi clienti

Aprire i mercati esteri: il caso Konsul

Operazione Customer Satisfaction

Il Business Plan: ecco lo strumento ideale per pianificare le strategie aziendali

Sette consigli per una negoziazione più efficace

Lavorare in squadra: quando il team fa la differenza

Il Business plan: ecco lo strumento ideale per pianificare le strategie aziendali (II parte)

Le attività di PR: un elemento della comunicazione integrata d'impresa

Si può davvero imparare a negoziare?

Il ciclo di vita del prodotto (PLC)

Perchè scegliere una politica di segmentazione del mercato?

Come posizionare un prodotto sul mercato?

La gestione di dati e informazioni come fattore competitivo: il caso Laser

Che differenza fa un buon negoziatore?

Le strategie competitive di Porter

Una strategia vincente: il direct marketing

La metodologia del Project Management

Trade marketing e Category management

La Matrice di Ansoff: uno strumento classico del Marketing Management

Identikit del Project Manager

Facciamo chiarezza sulla promozione delle vendite

Dalla strategia corporate alla strategia di marketing

Politiche di canale: strategia push o pull?

Aspetti strategici e organizzativi del trade marketing

La matrice General Electric

Il modello delle "CINQUE FORZE"

E' tempo di studiare

Le decisioni di gestione strategica

Come si struttura il piano di marketing?

Il modello Ashridge

11 motivi per pensare alla pianificazione strategic

L'arte di saper venderea

Una strenna di Natale per i lettori di "Marketing Digitale"

Creare valore: i nuovi strumenti del Marketing Interpersonale

Strategie di posizionamento del prodotto

Come competere con una strategia di differenziazione?

Un modello di marketing relazionale

Ascolto e customer satisfaction

Le strategie complessive

Le principali decisioni di marketing: clienti/offerta

Il Marketing Virale

Stickering - campagne di marketing a tutto brand

Le strategie complessive (II parte)

Guerriglia Marketing - caso IKEA

Controllo delle attività di marketing

Guerriglia marketing: case history (II parte)

Perchè pianificare il marketing?

A cosa serve il White Paper?

Come capire quando la rete interna di informazioni funziona a dovere

Come realizzare un'indagine di customer satisfaction?

Come strutturare e gestire un focus group


Come prevenire una crisi dal punto di vista comunicativo

Strutture organizzative orientate al cliente

Il brainstorming per individuare soluzioni creative

L'intervista come strumento di rilevazione dati

A che cosa serve il budgeting?

Il posto del marketing nell'organizzazione dell'impres

Il ciclo di vita di un progettoa

IDownload: Glossario di Marketing


Richiedi
la Newsletter



Come creare Valore attraverso la Negoziazione:
intervista ad Alessandra Colonna, Managing Partner di Bridge Partners
(Seconda Parte)

D. Può darci qualche suggerimento su come condurre al meglio una negoziazione?

R. Certamente. Nella fase del dialogo, i negoziatori esperti limitano il tempo destinato a cercare di persuadere l’interlocutore e dedicano invece più tempo al rivolgere domande, dare informazioni ed ascoltare. Ciò che essi spesso rilevano sono dei segnali di flessibilità nella posizione della controparte. Questi segnali spesso indicano che l’interlocutore è pronto a muoversi nella direzione di un compromesso.

D. Qual è l’importanza delle proposte all’interno del processo negoziale?

R. I negoziatori ridefiniscono le proprie posizioni formulando delle proposte, suggerimenti, oppure rispondendo alle proposte ricevute con delle controproposte. Le proposte più efficaci sono quelle che sviluppano e ampliano le proposte avanzate dal proprio interlocutore, invece di contraddirle; il concetto di “dai loro ciò che chiedono – nei tuoi termini” riassume questo approccio costruttivo alla negoziazione.

D. E se una nostra proposta non viene accettata?

R. Quando una proposta non viene accettata dalla controparte, ciò può avvenire principalmente per due motivi: la proposta non risponde alle esigenze dell’interlocutore, oppure essa non offre a sufficienza per soddisfare le aspettative minime richieste. Se si tratta del primo caso, allora il negoziatore dovrà riformulare la proposta per rispondere ai problemi specifici, limitazioni o bisogni della controparte. Nel secondo caso, occorrerà invece contrattare.

D. Cosa intende Dottoressa Colonna per “Contrattare”?

R. Noi descriviamo in genere la contrattazione come qualsiasi attività di trading. Le parti procedono nella trattativa attraverso lo scambio di concessioni reciproche, accettando rinunce in aree di minore importanza in cambio di concessioni della controparte su elementi di maggiore importanza. Se una delle parti modifica la propria posizione unilateralmente, spinta dalla pressione psicologica esercitata dalla controparte, ciò creerà l’aspettativa che la pressione possa indurre ad ulteriori concessioni.

D. Come si conclude in genere una negoziazione efficace?

R. Quando le parti hanno raggiunto I loro obiettivi principali, l’ultima contrattazione riguarda la chiusura dell’affare. Tuttavia non è sempre detto che siano chiari ad entrambi gli interlocutori gli elementi dell’accordo ed occorre dedicare del tempo perché si possa raggiungere una reciproca comprensione di ciò che è stato deciso.

Nonostante un accordo di tipo win-win rappresenti l’esito ideale di una negoziazione, spesso non è possibile raggiungerlo; quando si negozia a fronte di risorse limitate, spesso chi ottiene una fetta più grande della torta lo fa a spese dell’interlocutore; si trovano in queste situazioni i manager che negoziano la loro quota di un budget limitato, i capi tribù che negoziano la porzione di territorio loro assegnata, gli agricoltori che negoziano le quote idriche che verranno loro assegnate.

D. Quali sono gli errori più importanti nella negoziazione?

R. E’ importante ricordare alcuni degli errori principali che si possono commettere quando si negozia senza applicare un metodo:
- ci si prepara a difendere le proprie posizioni invece di prepararsi a negoziare;
- si discute per avere la meglio piuttosto che per cercare di ottenere informazioni;
- non si presta attenzione a segnali spesso evidenti che provengono dalla controparte;
- non si formulano proposte realistiche per far avanzare la negoziazione;
- non si riformulano le proposte per meglio adattarle elle esigenze;
- si fanno delle concessioni senza chiedere una contropartita;
- si perdono delle opportunità di chiusura;
- ci si confonde nell’interpretazione degli accordi.

D. Come si può definire la mission di Bridge Partners?

R. La missione di Bridge Partners è di aiutare i negoziatori a non commettere questi ed altri errori, migliorando così la propria efficacia e ottenendo risultati più soddisfacenti.

Per leggere gli altri articoli clicca qui

Copyright (c) 2006. Tutti i diritti riservati